Porti in sciopero, la protesta nazionale a Genova

Apr 5, 2024 - 07:55
 0  66
Porti in sciopero, la protesta nazionale a Genova

Dopo tre giorni di sciopero dei lavoratori e delle lavoratrici portuali, oggi, venerdì 5 aprile, la manifestazione nazionale è in programma a Genova. Concentramento alle 8:30 a Ponte Etiopia, poi atteso il corteo sino a Palazzo San Giorgio, sede dell'Authority. La protesta è stata indetta da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti per il rinnovo del contratto collettivo nazionale, scaduto lo scorso 31 dicembre. I sindacati sottolineano di non aver ottenuto risposte adeguate  alla richieste avanzate con la piattaforma rivendicativa. "Con il rinnovo - sottolinea la Federazione dei Trasporti della Cgil - chiediamo un giusto salario che permetta di recuperare il potere d'acquisto che si è notevolmente ridotto negli ultimi due anni e di riconoscere un adeguamento equo all'inflazione futura. Inoltre bisogna rendere concreto il fondo di accompagnamento alla pensione anticipata per i portuali riconoscendo, allo stesso tempo, tale attività come lavoro usurante. Inoltre occorre rendere maggiormente incisivi tutti gli strumenti contrattuali relativi al tema della salute e sicurezza, aggiornandoli rispetto alle nuove necessità ed omologandoli su tutto il territorio nazionale. E' necessario, pertanto, rinnovare il CNL delle lavoratrici e dei lavoratori dei porti e, nel contempo, difenderne i principi costitutivi e i diritti acquisiti che hanno, fino ad ora, contributo a garantire l'unità e la tenuta di tutto il sistema portuale''.

Qual è la tua reazione a questa notizia?

like

dislike

love

funny

angry

sad

wow

Giò Barbera Giornalista iscritto all’elenco dei “Professionisti” dal 2003. Iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Liguria dal 1991 come pubblicista fino al 2003 quando ha superato l’esame a Roma per passare ai professionisti. Il suo primo pezzo, da album dei ricordi, l’aveva scritto sul ‘Corriere Mercantile’ (con l’edizione La Gazzetta del Lunedì) nel novembre del 1988. Fondato nel 1824, fu una delle più longeve testate italiane essendo rimasto in attività fino al luglio del 2015. Ha collaborato per 16 anni con l’agenzia Ansa, ma anche con Agi, Adnkronos, è stato corrispondente della Voce della Russia di Radio Mosca, quindi ha lavorato con La Repubblica, La Padania, Il Giornale, Il Secolo XIX, La Prealpina, La Stampa e per diverse emittenti radiofoniche come Radio Riviera 3, Radio Liguria International, Radio Babboleo, Lattemiele, Onda Ligure. E' direttore del portale areamediapress.com e di Radiocom.tv